L’atlante della bellezza: il progetto di Mihaela dimostra che la bellezza è diversità

Fonte: Mihaela Noroc

Zaino in spalla e macchina fotografica in giro per il mondo alla ricerca di donne da fotografare e di storie da raccontare. È così che Mihaela Noroc, fotografa rumena, ha passato gli ultimi quattro anni della sua vita.

Un progetto meraviglioso intitolato “Atlante della Bellezza” che ha lo scopo di dimostrare a noi tutti che sì, ogni donna può “brillare come una stella“:

“Perché la bellezza è diversità e non è solo ciò che vediamo attraverso i media” – dichiara Mihaela su Bored Panda.

Per la fotografa, la bellezza non ha età, colore o tendenza. Si può trovare in Africa come in Europa, in piccoli paesini o in altissimi grattacieli. La bellezza sta in un semplicissimo gesto, in uno sguardo, persino nelle rughe o, molto più semplicemente, in una storia da raccontare. 

“La troverai in ogni essere umano dal cuore gentile”

Adesso, l’atlante della bellezza è diventato un libro con più di 500 ritratti di donne e di storie interessanti. La fotografa ha voluto lanciare un messaggio d’amore e di accettazione in un mondo fatto di odio e intolleranza. 

Mihaela ha voluto condividere con il popolo del web 36 scatti meravigliosi che immortalano la bellezza di donne provenienti da Paesi diversi, con la speranza che il suo libro venga diffuso in gran parte del mondo al fine di convincere la gente che la diversità è un tesoro e non deve provocare né odio, né conflitti.

“Siamo molto diversi, ma facciamo parte allo stesso tempo della stessa famiglia” – conclude.

Per scoprire qualcosa in più sul progetto e per vedere altre foto visitate la sua pagina Facebook o il suo account Instagram.

Di seguito le foto.

Katmandu, Nepal

Immagine 1 di 36

Fonte: Mihaela Noroc

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo!
Redazione

«L’arte di scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole» - Henri Bergson