«Non voglio molto, voglio solo un amore capace di restare» – le meravigliose parole di Kate Rose

voglio un amore che rimanga
Fonte: Web

«A volte sembra che sia troppo chiedere semplicemente di essere amati»

È con queste parole che Kate Rose, una dolcissima scrittrice e insegnate americana, inizia un meraviglioso discorso in un articolo per Elephant Journal dedicato all’amore di cui abbiamo deciso di fare una traduzione non professionale.

«Non ho mai provato e non ho mai voluto scommettere sull’amore [..] ma sembra che l’unica cosa che la mia anima desideri di più al mondo sia allo stesso tempo l’unica cosa che rimane inafferrabile»

«Ovunque io guardi, vedo l’amore»

L’amore è negli occhi delle coppie che vedo per strada, o in una donna che, in una pigra domenica, si siede dietro al suo uomo per fargli un massaggio alla schiena appoggiata a un vecchio pino sul lago. Sembra che ovunque io guardi, l’amore abbondi, eppure forse io rimango l’unica che non riesce a essere amata… ma forse non ho mai amato neanche io.

Leggi anche: Queste tenere immagini sono la dimostrazione che l’amore sta nelle piccole cose

Forse è colpa mia, ma mentre ascolto le canzoni alla radio mi chiedo: «è davvero troppo chiedere a qualcuno di farmi sentire così? È davvero inconcepibile, per un uomo, non voler passare una giornata senza di me?»

Nel mio cuore so che non è così, ma allo stesso tempo sembra che, ogni volta che ho sperimentato l’amore, sia sempre arrivato insieme a qualche accordo o a qualche tendenza particolare, non credo che sia mai stato donato liberamente. Sono stata amata quando è stato necessario e sono stata amata quando non lo è stato. Sono stata amata da chi mi conosceva da tanto tempo e sono stata amata al primo incontro fin dai primi secondi.

Ma forse non sono mai stata amata davvero, perché quando proviamo questo sentimento per qualcuno non vogliamo mai lasciarlo e… per me e per il mio letto che questa sera è vuoto, non c’è dubbio che gli uomini non abbiano mai problemi a fare solo quello.

Forse a volte mi aspetto troppo, scrivo poesie troppo spesso o parlo della luna quando dovrei chiedere cose più comuni, ma non lo faccio mai semplicemente perché sono arrivata troppo lontano per cambiare ed essere qualcosa di diverso da ciò che sono.

E quindi, mentre mi siedo sotto a un cielo pieno di stelle, mi chiedo,: «quando sarò amata semplicemente per ciò che sono?»

Non sono neanche sicura di sapere a che cosa assomigli la sensazione di avere qualcuno da non lasciar andare via. Forse non saprei neanche riconoscere la permanenza, perché la verità è che nessuno è mai riuscito ad averla. Potrebbe esserci un po’ di tristezza mescolata, ma più che altro sono curiosa di sapere come mai l’amore mi scivoli continuamente tra le dita come sottili granelli di sabbia su una spiaggia estiva.

Leggi anche: Perché dopo una delusione d’amore le donne non si fidano più degli uomini?

O come una conchiglia lungo la costa: sta lì per un minuto e poi sparisce da un momento all’altro.

L’amore che cerco io non è infatuato o addirittura «innamorato»: è radicato nella verità e nella capacità di sapere che ci sarà per me indipendentemente dalla maniera pazza in cui dipingo il cielo o da quanto caos faccia il mio cuore al sorgere del sole.

«Sono stanca di tutto ciò»

Sono stanca dell’amore che si dispensa facilmente come le caramelle rosa di uno di quei dispenser di Pez per poi scomparire altrettanto rapidamente in una bocca affamata. Forse il problema è che conosco troppo l’amore e conosco i bisogni del mio cuore. So quello che voglio, so quello di cui ho bisogno, so cos’è per me l’amore e so quando un uomo può entrare nel mio giardino delle possibilità e crescere insieme a me.

Nel caso in cui non lo fosse non lo farei uscire a calci e, nel caso in cui qualcos’altro non dovesse funzionare non lo metterei nel dimenticatoio. Gli direi semplicemente addio senza esitazione e senza rimpianti.

Tutto ciò di cui ho veramente bisogno è qualcuno che mi ami per ciò che sono e che possa scegliermi con la stessa passione con cui lo vorrei io.

A volte, il problema di trovare l’amore è solo una questione di auto-lavoro che dobbiamo fare per prepararci e, altre volte, si tratta di sapere cosa vogliamo per fargli spazio nella nostra vita.

Ma, una volta che abbiamo fatto tutto questo, cosa succede?

Possiamo far decidere all’universo nella speranza che di tutto ciò se ne stia occupando un piano che è più alto del nostro, ma questo non cambia il fatto che ci sono troppi di noi che vanno a letto da soli – o peggio… con qualcuno che non amano.

«La realtà è che c’è sempre una ragione per cui non abbiamo l’amore che stiamo cercando»

Se non si tratta dell’amore che abbiamo per noi stessi, allora potrebbe dipendere dalla nostra disponibilità. La cosa più ironica è che non tutti quelli che sono single sono veramente disponibili. A volte mettiamo i nostri cuori in riserva o li proteggiamo nel tentativo di evitare di essere feriti, eppure non facciamo altro che rimanere affamati dell’unica cosa che desideriamo davvero.

Non sto chiedendo molto, solo un amore semplice: quel tipo di amore con cui guardare le stelle e con cui rannicchiarsi di fronte al fuoco in inverno. Un amore che rimanga coerente, qualunque cosa portino i venti del cambiamento. Un amore che abbia radici così forti che nemmeno la tempesta più potente potrebbe mai rovesciare.

Non sto cercando un corpo che riempia lo spazio accanto a me. Ho bisogno di connessione, di comprensione e di quell’erotismo capace di rovistare tra i miei pensieri di mezzanotte con la consapevolezza che un uomo non rimarrebbe mai intimidito da ciò che potrebbe trovare.

«Voglio essere amata, ma prima voglio essere accettata per ciò che sono e per ciò che sarò»

Non sarò mai la persona più facile di questo mondo e non riuscirò sempre a trovare un senso a tutto, ma il mio amore è in grado di compensare l’anarchia che a volte e inavvertitamente… mi capita di provocare.

«E… almeno solo una volta sarebbe bello capire come sia l’amore quando sceglie di restare»

Autore: Kate Rose
Editore: Nicole Cameron

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo!
Redazione

«L’arte di scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole» - Henri Bergson